PREMANI – Manifattura Predittiva: progettazione, sviluppo e implementazione di soluzioni di Digital Manufacturing per la previsione della Qualità e la Manutenzione Intelligente

Titolo progetto
PREMANI – Manifattura Predittiva: progettazione, sviluppo e implementazione di soluzioni di Digital Manufacturing per la previsione della Qualità e la Manutenzione Intelligente

Cofinanziato nell’ambito del Programma:
Bando della Regione Veneto per il sostegno a progetti di Ricerca e Sviluppo sviluppati dai Distretti Industriali e dalle Reti Innovative Regionali (Dgr n. 1139 del 19 luglio 2017).

Durata
Novembre 2017 – Dicembre 2020

Partner
RIR IMPROVENET (ICT for Manufacturing Processes Veneto Network):
Università degli Studi di Padova
Università degli Studi di Verona
T2i – trasferimento tecnologico innovazione S.c. a r.l.
Electrolux Italia S.p.A.
Galdi S.r.l.
Cielle S.r.l.
Smit S.r.l.
Sordato S.r.l.
Edalab S.r.l.
Simnumerica S.r.l.
IRS S.r.l.
M3E S.r.l.
M31 Italia S.r.l.
Statwolf Data Science S.r.l.

RIR SINFONET (Smart and Innovative Foundry Network)
Fonderia Corrà S.p.A.
Rds Moulding Technology S.p.A.
Zanardi Fonderie S.p.A.
Enginsoft S.p.A.

Obiettivi
Il progetto intende sviluppare tecniche che possano affrontare il tema della predizione delle caratteristiche di funzionamento di macchine ed impianti, coniugando l’analisi della qualità del prodotto con quello dell’efficienza degli impianti, in un contesto che viene quindi descritto come Manifattura Predittiva. Le soluzioni sviluppate appartengono all’ambito del Digital Manufacturing, prevedendo la realizzazione di strumenti avanzati per il supporto alle decisioni, e di componenti a livello hardware (architetture di sensori dedicate, sistemi embedded a basso costo per l’utilizzo in tempo reale di modelli complessi di previsione), infrastrutturale (piattaforme IT basate su cloud), e algoritmico (con particolare enfasi sull’utilizzo di tecniche di machine learning).
La qualità di applicazione delle tecnologie abilitanti è elevata stanti l’ampiezza e diversità di ambiti applicativi considerati nell’ambito del progetto, che lo rendono particolarmente sfidante. Infatti, i settori industriali considerati rappresentano esempi paradigmatici di contesti operativi in cui viene richiesta sempre maggiore intelligenza (“smartness”) al singolo macchinario che deve operare in ambienti interconnessi (meccano-tessile, packaging, lavorazioni di precisione), e di sistemi di lavorazione complessi e articolati (fonderie, produzione industriale su grande scala, sistemi di produzione alimentare).

Contatti
Marco Galanti